Degenerazione Mixomatosa della Valvola Mitrale (MMVD)

La MMVD, o malattia mitralica cronica, è la principale patologia cardiovascolare acquisita nei cani. È causata dalla degenerazione progressiva della valvola mitrale, risultando in insufficienza valvolare.

Epidemiologia della MMVD

Questa condizione è estremamente diffusa, rappresentando il 70-80% delle cardiopatie acquisite nei cani. Colpisce prevalentemente cani adulti-anziani di piccola/media taglia. Razze come Bassotto e Cavalier King Charles Spaniel sono particolarmente predisposte, suggerendo una componente genetica della malattia, probabilmente ereditaria e poligenica. Anche razze di taglia grande, come il Pastore Tedesco, possono essere affette. L’evoluzione verso lo scompenso cardiaco può richiedere anni, e non tutti i cani raggiungono questo stadio.

Fisiopatologia della MMVD

La degenerazione mixomatosa interessa principalmente la valvola mitrale, e talvolta anche la tricuspide. Questo porta all’ispessimento dei lembi valvolari, causando rigurgito e insufficienza valvolare. Nelle prime fasi, il rigurgito è lieve ma progredisce con la malattia. Il corpo cerca di compensare attivando il sistema renina-angiotensina-aldosterone (SRAA) e rilasciando catecolamine, riducendo la gittata cardiaca, con conseguente vasodilatazione periferica e aumento del ritorno venoso. L’aumento della pressione atriale sinistra e la congestione venosa possono portare a edema polmonare.

Sintomi della Malattia Mitralica Cronica nei Cani

La malattia mitralica cronica nei cani presenta vari sintomi, tra cui debolezza, stanchezza, difficoltà a fare esercizio, dispnea (fame d’aria), tosse secca, perdita di peso, svenimenti, e talvolta complicazioni come ipertensione polmonare, rottura delle corde tendinee, aritmie, e rottura dell’atrio sinistro.

Sintomi Principali

  • Tosse: Secca, spesso accompagnata da conati di vomito.
  • Dispnea: Peggiora con la dilatazione ventricolare e la compressione del bronco polmonare sinistro.
  • Edema polmonare: Ortopnea, dispnea, intolleranza all’esercizio, e difficoltà a dormire.
  • Svenimenti: Brevi, improvvisi, scatenati da situazioni specifiche come tosse o stress.

Classificazione della Malattia

La malattia è classificata in quattro stadi (A-D) dall’American College of Veterinary Internal Medicine (ACVIM), basati su parametri clinici, radiografici ed ecocardiografici. Recentemente, un gruppo italiano ha proposto una nuova classificazione basata su misurazioni ecocardiografiche, suddividendo la malattia in quattro classi di severità (lieve, moderata, severa, terminale), correlando ciascuna al tempo di sopravvivenza.

Diagnosi della Malattia Mitralica Cronica nei Cani

Visita Clinica e Anamnesi

Durante la visita clinica, il veterinario raccoglie una dettagliata anamnesi dal proprietario, focalizzandosi su sintomi come tosse, stanchezza e svenimenti. La tosse nei cani di piccola taglia può anche indicare patologie delle vie aeree, mentre nei cani anziani potrebbe essere dovuta a neoplasie.

Auscultazione Cardiaca

L’auscultazione cardiaca può suggerire la presenza di MMVD identificando un soffio olosistolico sull’emitorace sinistro.

Esami Radiografici

I cani con soffio mitralico e tosse dovrebbero essere sottoposti a radiografie toraciche per rilevare patologie respiratorie concomitanti o segni di edema polmonare. Le radiografie permettono anche di valutare i campi polmonari, il pattern vascolare e la silhouette cardiaca.

Ecocardiografia

L’ecocardiografia conferma le lesioni mitraliche e valuta la dilatazione atriale e l’ipertrofia ventricolare. Misura anche la funzione diastolica e sistolica, e l’ipertensione sistemica e polmonare.

Monitoraggio Holter

L’Holter a 24 ore può rilevare aritmie in cani con episodi sincopali.

Test del Peptide Natriuretico (BNP)

Recenti studi suggeriscono l’uso del test BNP per distinguere tra dispnea di origine cardiaca e polmonare.

Terapia per la Degenerazione Mixomatosa della Valvola Mitrale (MMVD) nei Cani

Linee guida terapeutiche:

Le linee guida ACVIM raccomandano un approccio graduale al trattamento della MMVD, basato sulla gravità della malattia.

Stadio A (asintomatico):

  • Nessuna terapia raccomandata
  • Monitoraggio periodico

Stadio B1 (soffio cardiaco, nessun rimodellamento cardiaco):

  • Nessuna terapia raccomandata
  • Monitoraggio periodico
  • Dieta specifica

Stadio B2 (soffio cardiaco, rimodellamento cardiaco):

  • Pimobendan fortemente raccomandato:

    • Aumenta il tempo preclinico (ritarda la progressione della malattia)
    • Migliora la funzione cardiaca
    • Aumenta la sopravvivenza
    • Riduce la dimensione cardiaca
  • Dosaggio: 0,25-0,3 mg/kg PO ogni 12 ore

Stadio C (insufficienza cardiaca congestizia non refrattaria):

  • Pimobendan fortemente raccomandato:

    • Aumenta la contrazione cardiaca e la gittata sistolica
    • Accelera il rilassamento cardiaco
    • Riduce le resistenze vascolari
    • Aumenta la sopravvivenza (+91%)
    • Migliora la qualità della vita (-74% episodi e sintomi)
    • Riduce la VHS
    • Ritarda la necessità di intensificare la terapia
  • Dosaggio: 0,25-0,3 mg/kg PO ogni 12 ore
  • ACE-inibitori (spiranolactone + benazepril):

    • Possono essere aggiunti per l’efficacia terapeutica
  • Furosemide:

    • Diuretico essenziale per ridurre il sovraccarico di volume
    • Dosaggio: 2 mg/kg EV/IM ogni ora nella fase acuta
    • Dosaggio variabile per il mantenimento (fino a 4 mg/kg)
    • Monitoraggio della funzionalità renale richiesto
  • Altri farmaci:

    • Torsemide
    • Digossina
    • Broncodilatatori

Stadio D (insufficienza cardiaca congestizia refrattaria):

  • Nessun consenso definitivo sul trattamento
  • Approccio individualizzato basato sul singolo caso clinico
  • Opzioni terapeutiche:

    • Continuare la terapia dello stadio C con aumento delle dosi
    • Torsemide
    • Spiranolactone
    • Digossina
    • Broncodilatatori
    • Chirurgia valvolare mitrale (se possibile)

Note importanti:

  • Consultare sempre un veterinario per una diagnosi e un piano di trattamento individualizzati.
  • La prognosi per i cani con MMVD varia a seconda della gravità della malattia e della risposta al trattamento.
  • La terapia precoce e il monitoraggio regolare sono essenziali per la gestione ottimale della MMVD.

    BIBLIOGRAFIA
    Vetmedin Chew – RCP
    Suzuki S, Fukushima R, Ishikawa T, et al. The effect of pimobendan on left atrial pressure in dogs with mitral valve regurgitation. J Vet Intern Med. 2011;25:1328‐1333. [PubMed] [Google Scholar]
    Häggström J, Boswood A, O’Grady M, et al. Effect of pimobendan or benazepril hydrochloride on survival times in dogs with congestive heart failure caused by naturally
    occurring myxomatous mitral valve disease: the QUEST study. J Vet Intern Med. 2008;22:1124‐1135. [PubMed] [Google Scholar]
    Lombard CW, Jons O, Bussadori CM. Clinical efficacy of pimobendan versus benazepril for the treatment of acquired atrioventricular valvular disease in dogs. J Am Anim
    Hosp Assoc. 2006;42:249‐261. [PubMed] [Google Scholar]
    Boswood A, Häggström J, Gordon SG, et al. Die Wirkung von Pimobendan bei Hunden mit präklinischer myxomatöser Mitralklappenerkrankung und Kardiomegalie: Die
    EPIC‐Studie—Eine randomisierte klinische Studie. Kleintierpraxis. 2018;62(2):64‐87. [Google Scholar]
    Boswood A, Häggström J, Gordon SG, et al. Effect of Pimobendan in dogs with preclinical myxomatous mitral valve disease and cardiomegaly: the EPIC study—a randomized clinical trial. J Vet Intern Med. 2016;30:1765‐1779. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]
    Boswood A, Gordon SG, Häggström J, et al. Longitudinal analysis of quality of life, clinical, radiographic, echocardiographic, and laboratory variables in dogs with preclinical myxomatous mitral valve disease receiving pimobendan or placebo: the EPIC study. J Vet Intern Med. 2018;32:72‐85. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]
    Keene BW, Atkins CE, Bonagura JD, Fox PR, Häggström J, Fuentes VL, Oyama MA, Rush JE, Stepien R, Uechi M. ACVIM consensus guidelines for the diagnosis and treatment of myxomatous mitral valve disease in dogs. J Vet Intern Med. 2019 May;33(3):1127-1140. doi: 10.1111/jvim.15488. Epub 2019 Apr 11. PMID: 30974015; PMCID:
    PMC6524084.
    Kallassy A, Calendrier E, Bouhsina N, Fusellier M. Vertebral Heart Scale for the Brittany Spaniel: Breed-Specific Range and Its Correlation with Heart Disease Assessed by
    Clinical and Echocardiographic Findings. Vet Sci. 2021 Dec 1;8(12):300. doi: 10.3390/vetsci8120300. PMID: 34941827; PMCID: PMC8708192.
    Levicar C, Granados-Soler JL, Freise F, Raue JF, Nolte I, Bach JP. Comparison of different radiographic scores with associated echocardiographic measurements and prediction of heart enlargement in dogs with and without myxomatous mitral valve disease. J Vet Cardiol. 2022 Sep 6;44:1-12. doi: 10.1016/j.jvc.2022.08.004. Epub ahead
    of print. PMID: 36174296.
    Levicar C, Nolte I, Granados-Soler JL, Freise F, Raue JF, Bach JP. Methods of Radiographic Measurements of Heart and Left Atrial Size in Dogs with and without Myxomatous
    Mitral Valve Disease: Intra- and Interobserver Agreement and Practicability of Different Methods. Animals (Basel). 2022 Sep 22;12(19):2531. doi: 10.3390/ani12192531.
    PMID: 36230272; PMCID: PMC9559670.
    Atkins C, Bonagura J, Ettinger S, et al. Guidelines for the diagnosis and treatment of canine chronic valvular heart disease. J Vet Intern Med. 2009;23(6):1142–1150.
    Häggström J, Boswood A, O’Grady M, et al. Effect of pimobendan or benazepril hydrochloride on survival times in dogs with congestive heart failure caused by naturally
    occurring myxomatous mitral valve disease: the QUEST study. J Vet Intern Med. 2008;22(5):1124–1135.
    Lombard CW, Jöns O, Bussadori CM; for the VetSCOPE Study. Clinical efficacy of pimobendan versus benazepril for the treatment of acquired atrioventricular valvular
    disease in dogs. J Am Anim Hosp Assoc. 2006;42(4):249–261.
    Häggström J, Boswood A, O’Grady M, et al. Longitudinal analysis of quality of life, clinical, radiographic, echocardiographic, and laboratory variables in dogs with myxomatous mitral valve disease receiving pimobendan or benazepril: the QUEST study. J Vet Intern Med. 2013;27(6):1441–1451
    Pichayapaiboon P, Tantisuwat L, Boonpala P, Saengklub N, Boonyarattanasoonthorn T, Khemawoot P, Kijtawornrat A. Pharmacodynamics and Pharmacokinetics of Injectable
    Pimobendan and Its Metabolite, O-Desmethyl-Pimobendan, in Healthy Dogs. Front Vet Sci. 2021 Aug 20;8:656902. doi: 10.3389/fvets.2021.656902. PMID: 34490386;
    PMCID: PMC8417876.
    Morita T, Nakamura K, Osuga T, Kawamoto S, Miki S, Sasaoka K, Takiguchi M. Acute effects of intravenous pimobendan administration in dog models of chronic precapillary pulmonary hypertension. J Vet Cardiol. 2020 Dec;32:16-27. doi: 10.1016/j.jvc.2020.09.003. Epub 2020 Sep 19. PMID: 33080489.
    Boswood A, Gordon SG, Häggström J, Wess G, Stepien RL, Oyama MA, Keene BW, Bonagura J, MacDonald KA, Patteson M, Smith S, Fox PR, Sanderson K, Woolley
    R, Szatmári V, Menaut P, Church WM, O’Sullivan ML, Jaudon JP, Kresken JG, Rush J, Barrett KA, Rosenthal SL, Saunders AB, Ljungvall I, Deinert M, Bomassi E, Estrada AH,
    Fernandez Del Palacio MJ, Moise NS, Abbott JA, Fujii Y, Spier A, Luethy MW, Santilli RA, Uechi M, Tidholm A, Schummer C, Watson P. Longitudinal Analysis of Quality of
    Life, Clinical, Radiographic, Echocardiographic, and Laboratory Variables in Dogs with Preclinical Myxomatous Mitral Valve Disease Receiving Pimobendan or Placebo: The
    EPIC Study. J Vet Intern Med. 2018 Jan;32(1):72-85. doi: 10.1111/jvim.14885. Epub 2017 Dec 6. PMID: 29214723; PMCID: PMC5787203.
    Lam C, Gavaghan BJ, Meyers FE. Radiographic quantification of left atrial size in dogs with myxomatous mitral valve disease. J Vet Intern Med. 2021 Mar;35(2):747-754.
    doi: 10.1111/jvim.16073. Epub 2021 Feb 26. PMID: 33634912; PMCID: PMC7995357.
    Sisson D, Kittleson MD. Management of heart failure: principles of treatment, therapeutic strategies and pharmacology. In: Fox PR et al. Textbook of canine and feline cardiology. WB Saunders Co, Philadelphia, 1999: 229-33.
    Sisson D, Kvart C, Darke PGG. Acquired valvular heart disease in dogs and cats. In Fox PR et al. Textbook of canine and feline cardiology. WB Saunders Co, Philadelphia,
    1999: 540-45.

    Il nostro team di veterinari esperti e qualificati è in grado di:

    • Effettuare visite specialistiche complete
    • Realizzare esami diagnostici avanzati, come ecocardiografie ed elettrocardiogrammi
    • Formulare piani di trattamento personalizzati, che possono includere farmaci, diuretici, interventi chirurgici o una combinazione di questi
    • Seguire il tuo cane nel tempo, monitorando il suo quadro clinico e adattando il trattamento se necessario

    Non sottovalutare i segnali di una possibile malattia cardiaca nel tuo cane, come:

    • Affanno
    • Tosse
    • Stanchezza
    • Inappetenza
    • Perdita di peso

    Contattaci subito per fissare un appuntamento:

    Il tuo cane soffre di problemi cardiaci? Non aspettare, contattaci!

    Il tuo cane soffre di problemi cardiaci? Non aspettare, contattaci!

    Il tuo amico a quattro zampe è prezioso per te, e la sua salute è la tua priorità.

    Presso il nostro ambulatorio veterinario, offriamo un servizio completo per la diagnosi e la cura delle malattie cardiache nei cani.